Obombing

Aumenta la tensione, o aumenterà nei prossimi giorni, dopo il discorso di Obama, che di fatto invita alleati internazionali e partiti a compattarsi sulla posizione per un intervento “dimostrativo” (l’aggettivo sicuramente dovrebbe rendere meno pesante l’idea di fondo, ed allontanare i ricordi delle missioni “lampo”) in Siria.

Un discorso tipico da “Sono il Presidente degli Stati Uniti d’America, e noi siamo gli Stati Uniti d’America”, che ricorda molto quei film anni ’80 da invasione aliena e decisioni imminenti.

Il Presidente consulterà il Congresso per ricevere una legittimazione rispetto all’utilizzo delle maniere forti, e, per dirla alla Mario Mauro, dare un “segnale ad Assad e non scatenare una guerra”. Obama ha parlato di necessità rispetto all’intervento in Siria, perché non è possibile che possano perpetrarsi nei confronti dei civili tali crimini (nel caso specifico, ciò che si rimprovera ad Assad, è l’utilizzo di armi chimiche), ma anche per una questione di sicurezza nazionale, ma anche degli alleati Usa in Medi Oriente, in primis Israele. Si decida.

Il governo, ieri ed in Uk, viene battuto su una consultazione preliminare rispetto all’intervento armato proprio in Siria. Putin ha invitato Obama a dimostrare l’utilizzo delle armi chimiche in sede Onu. L’Unione Europea esce divisa, confusa, e si rende conto (come se ancora non fosse chiaro) di non riuscire a far pesare una linea comune nello scacchiere internazionale.

 

 

20130831-221823.jpg

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: